Le meraviglie del Portogallo

Il Portogallo, si sa, è un paese ricco di fascino, tradizione e cultura; le spiagge e le coste in genere sono mete richiestissime in estate e con l’arrivo della bella stagione si riempiono di turisti da tutta Europa.
Non tutti sanno però che nel territorio portoghese si nascondono delle vere e proprie “MERAVIGLIE” che lasciano i turisti senza fiato.
Vediamone insieme alcune…

Grotte di Benagil: sulla costa dell’Algarve, a metà strada tra Faro e Sagres, si trovano le Grotte di Benagil, un vero spettacolo della natura raggiungibile solo in barca, che deve il suo fascino ad un incredibile gioco di acqua e luce. Queste grotte sono il frutto dell’erosione costante della roccia, esercitata dall’oceano. Attraverso i fori che si trovano nelle cupole, il sole filtra e si riflette sulle pareti della grotta, regalando delle bellissime sfumature di colore.

Boca do Inferno è una spaccatura nella roccia della costa vicino Cascais, una cittadina poco distante da Lisbona. Quando il mare è mosso l’acqua che entra nelle fenditure della scogliera si infrange con forza sulle pareti rocciose generando un suono roco, simile ad un gemito umano, tanto suggestivo da rendere la Boca una popolare attrazione turistica

Parco nazionale di Peneda-Gerês istituito nel 1971, è stato il primo parco nazionale del Portogallo. Situato in prossimità del confine settentrionale, nei pressi della città di Brega con i suoi 72.000 ettari di terra è una delle maggiori attrazioni naturali del Portogallo per la rara e impressionante bellezza paesaggistica e per il valore ecologico. Ricca di suggestive cascate, è una meta molto interessante anche per gli amanti del trekking. Lungo i percorsi segnalati si potranno incontrare oltre le cascate, anche numerose chiese.

Arcipelago delle Azzorre è composto da 17 isole di origine vulcanica, di cui solo 9 sono abitate. Caratterizzate da un vivo color smeraldo, uno degli ultimi paradisi naturalistici d’Europa a sole 4 ore di volo dall’Italia. Antichi crateri occupati da laghi cristallini, una vegetazione rigogliosa, chilometri di siepi di ortensie in fiore che delimitano i pascoli, balene e delfini sempre presenti: la nuova frontiera delle vacanze.