Perchè risiedere fiscalmente in Portogallo: vantaggi

I vantaggi della defiscalizzazione totale della pensione

Sono ormai migliaia i pensionati italiani che hanno deciso di trasferire la propria residenza fiscale in Portogallo per ottenere la defiscalizzazione totale della pensione, ma cos’è che li spinge verso un passo così importante?

In Italia la pressione fiscale per i pensionati si attesta tristemente intorno al 30%, tra le più alte in Europa; la Spagna tassa i propri pensionati mediamente del 19,5%, la Francia del 15,2%, la Germania del 3,2%

I pensionati italiani sono tra i più tassati in Europa e tra quelli che ricevono minori benefici in termini di servizi, assistenza sanitaria e sostegno al reddito.

Decidere di trasferire la propria residenza fiscale all’estero è una scelta che pesa, soprattutto per chi come noi vive nel “Bel Paese” tanto ammirato e apprezzato in tutto il mondo… Ma allora come si spiega questo considerevole esodo verso il Portogallo? Cosa spinge tanti pensionati a cercare una vita migliore fuori dai nostri confini geografici?

La spiegazione è semplice, alcuni Paesi, diversamente dall’Italia, considerano i pensionati un bene prezioso, una grandissima risorsa da proteggere e tutelare. La ricchezza del pensionato, in questi Paesi, rappresenta un sostentamento per tutti, il suo benessere è una garanzia di continuità per tutta la popolazione attiva. La defiscalizzazione del reddito, anche se non totale è un principio di civiltà su cui si basano la maggior parte dei Paesi dell’Unione Europea.

perche-risiedere_pensioni-confesercenti

(fonte: www.confesercenti.it)

 

Il Portogallo in particolare garantisce a tutti i pensionati italiani che decidono di usufruire dei benefici fiscali del Patto Bilaterale sottoscritto nel 2009 (vedi requisiti), la TOTALE ESENZIONE FISCALE per 10 anni rinnovabili, ovvero, la possibilità di percepire e di disporre dell’intero importo lordo della pensione, completamente detassata.

Ma cosa comporta dover trasferire la propria residenza fiscale in Portogallo? Vuol dire abbandonare il proprio Paese, le proprie origini, figli, nipoti, parenti, amici e abitudini?

ASSOLUTAMENTE NO!!!

Vuol dire piuttosto avere l’opportunità di vivere in vacanza sei mesi l’anno e poter estendere questa opportunità a chi amate; potrete garantire delle vacanze da sogno ai vostri figli, potrete fare i nonni a tempo pieno durante le vacanze estive… Potrete permettervi finalmente di ospitare i vostri amici e portarli a cena nei ristoranti tipici spendendo cifre incredibilmente basse, mostrar loro la sorprendente bellezza del Portogallo, spiagge meravigliose, mercati caratteristici ricchi di prodotti tipici e freschissimi, città vive e colorate, paesaggi suggestivi ed emozionanti!

E perché no… Trascinarli con voi in questa fantastica avventura!

Quando partire, quante volte l’anno, dopo quanto tempo tornare in Italia, lo decidete voi, non ci sono limiti alla libera iniziativa, starà a voi decidere come sfruttare la vostra nuova residenza in Portogallo per 183 giorni l’anno! La maggior parte dei nostri clienti, per praticità, preferisce trasferirsi nei mesi estivi per poi tornare di nuovo quando il clima Italiano diventa troppo rigido, anche due o tre volte durante l’anno, perché con alcune compagnie aeree il volo costa meno di un viaggio in treno Roma/Milano!